AVIS Offanengo
Associazione Volontari Italiani Sangue
 
 
Home
Conosciamo l'AVIS
  Perchè donare
  Dubbi frequenti
  AVIS sul territorio
  Sedi regionali
Norme Legislative
  Statuto
Avis Offanengo
  Sede
  Consiglio Direttivo
  Dati Statistici
  Relazione Annuale
Scrivici
Username:
Password:


 

Relazione Anno 2008

            Carissimi, a nome di tutto il Consiglio Direttivo e mio personale, Vi porgo un cordiale saluto ed un sincero  ringraziamento ai soci presenti ed alle autorità che hanno aderito all’invito a questa Assemblea.

            Ritengo doveroso esprimere e sottolineare che il diritto alla vita è scritto nel cuore di ogni persona umana, è un diritto naturale e come tale deve essere tutelato in ogni sua fase, persone che donano per persone, per ottemperare a quanto previsto da un’imprescindibile finalità morale, sociale, umana, senza scopi di profitto con attenzione ai bisogni ed alle richieste delle strutture ospedaliere.

            Oggi l’ordinamento Giuridico Italiano e l’Unione Europea conformemente al principio di sussidiarietà (principio regolatore dei rapporti tra Unioni e stati membri) adottano il sistema parallelo del Volontariato no profit, nel quale la nostra Associazione a livello base con spirito di volontariato puro adotta e ne auspica in maniera estensiva l’applicazione anche a livelli alti possibilmente non orientati al conseguimento del profitto.

            Il no profit che la nostra Associazione ha sposato è tale quando davvero ha un cuore, quando non solo antepone mai il profitto alla persona, ma quando riesce a considerare la persona come suo vero ed unico patrimonio, questo ci impone a dire, vogliamo far crescere idee nuove vogliamo continuare ad essere propositivi nell’ambito del volontariato e proponendo di adottare a pieno vigore il principio di sussidiarietà e non al contrario come oggi può avviene.

            Inoltre vorrei citare due lemmi importanti, la LIBERTA’ dei nostri Avisini ad effettuare in LEGALITA' la donazione della linfa  ematica a sostegno dei bisognosi, ma sottolineerei un’altra parola sottratta per modo di dire ai nostri cugini francesi, la FRATERNITA’ punto cardine da sempre della nostra Associazione e spirito vivo del Donatore Avisino.

            Oggi la vita media è aumentata, le tecnologie e le cure sono sempre più sofisticate, certo più utili ed appropriate, ed indubbiamente la richiesta di sangue è in aumento vertiginoso, nota dolente, la nostra Associazione Comunale molto attiva, non annovera un aumento significativo nelle iscrizioni, pertanto invito tutti Voi presenti a diventare promotori ed attivarsi a pubblicizzare per indurre altri nostri simili a divenire V.I.P. (VERY IMPORTANT PEOPLE) e cioè AVISINI.                                         

            Con l’incontro odierno, si illustra il quadro globale dell’attività svolta a chiusura del mio terzo mandato come Presidente.

            Incoraggiamo ed  invitiamo tutti quanti i nostri Soci a sottoporre, idee propositive atte ad un miglioramento/snellimento, anche generale che il Consiglio valuterà.

            Il bilancio numerico, della nostra Sezione A.V.I.S. Comunale al 31/12/2008 evidenzia quanto segue:

Numero di tessere progressive rilasciate 695

Soci effettivi (Attivi + Ex Emeriti e Collaboratori) 228 dei quali 52 donne e 176 uomini

Soci attivi (che hanno donato almeno una volta nel 2008) 216 dei quali 52 donne.

            La nostra sezione ha effettuato nell'anno 2008 n. 554 donazioni (con una aumento di 7 unità rispetto al 2007), di cui 410 sangue intero, 109 plasmaferesi presso il Centro Trasfusionale dell’Ospedale di Crema e 33 di sangue intero  presso il Centro di raccolta dell’A.V.I.S. Comunale  di Soncino, raggiungendo un indice di donazione del 2,56 per ogni donatore attivo.

            Nel 2008 abbiamo avuto 18 richieste di adesione di cui 12 hanno donato.

            Inoltre Vi segnaliamo in uscita n. 26 donatori attivi ed un rientro di solo n. 7 donatori.

            Nell’arco dei trentasette anni (1972 – 2008) la nostra Sezione ha avuto una media annua di 182,46 donatori effettivi e 156,16 donatori attivi.

            L’incremento medio è stato di 5,84 donatori attivi supportati da una richiesta di adesione media di n. 25,51 domande/anno.

            In trentasette anni si sono effettuate 14.472 donazioni e l’indice medio annuo è stato di 391,14 donazioni/donatori attivi, pari a una media  di 2,50 donazioni/annue pro capite.

            La nostra Sezione dopo 37 anni di attività, annovera tra i suoi elenchi persone purtroppo decedute, oggi le vogliamo ricordare in questo convegno riconoscendogli un minuto di silenzio.

            Per l’attività propagandistica la nostra Sezione A.V.I.S. per essere presente  all’interno del tessuto sociale della Comunità Offanenghese, ha realizzato con impegno:

·         L’iniziativa di Buon Compleanno per i 18enni.

·         L’incontro con le Scuole Elementari di Offanengo, Bottaiano e le Scuole Medie di Offanengo

·         Partecipazione Torneo calcistico (TROFEO DELLA PACE)

·         Adesione alla giornata del Verde Pulito in collaborazione con il nostro Comune organizzato dalla Società S.C.S..

·         In collaborazione con La Farmacia Tonani ha organizzato la 1° girnata “Rischio Cardiovascolare”

·         Dal 18 al 22 Giugno si è svolta in collaborazione con il Gruppo Sportivo AVIS-AIDO la ciclomaratona  “da Offanengo alla Capitale” con una massiccia partecipazione di atleti, autorità, il corpo Bandistico S. Lorenzo e sostenitori con un eccellente risultato, un plauso a tutti i partecipanti ed in particolar modo agli organizzatori tutti.

·         Presenza con uno Stand presso la Fiera Madonna del Pozzo 

·         Ciclopellegrinaggio al Santuario di Caravaggio.

·         Allestimento in piazza Senatore Patrini di un Albero natalizio in collaborazione con   l’A.I.D.O.  e  G.S. AVIS-AIDO

            Durante il consiglio direttivo del 17 Dicembre 2008 è stato approvato all’unanimità il documento D.P.S. (documento programmatico di sicurezza).

            Un ringraziamento va a chi provvede con fiori e pulizie varie, al monumento dedicato agli avisini defunti situato nel camposanto della nostra comunità.

            Tutto questo è servito al proseguo ed a mettere in primissimo piano il nome della nostra Sezione A.V.I.S. ma tutto, avrebbe un interesse migliore se la partecipazione alla vita della nostra Associazione fosse più sentita da parte di tutti i Soci, auspichiamo per il futuro un’opportuna massiccia partecipazione, invitando tutti, giovani, giovanissimi e altri ad operare nell’ambito dell’Associazione, onde assicurare una brillante e serena continuità verso il futuro.

            Dietro al gesto semplice della donazione, c’è tutta una mole di lavoro che comporta, rapporti relazionari con il Centro Trasfusionale dell’Azienda Ospedaliera dell’Ospedale Maggiore di Crema e con il Centro di raccolta della Sezione Comunale dell’A.V.I.S. di Soncino, il controllo e la valutazione degli esami da parte del  nostro Direttore Sanitario “Dr. Lorenzo Patrini”, la gestione delle scadenze fisse, donazioni, elettrocardiogrammi, visite mediche, radiografie, scrining per i nuovi iscritti, perfezionato dagli addetti alla  Segreteria, la partecipazione alle riunioni superiori, Zona 5 - Assemblea Provinciale - Commissione giovani.

            A nome mio personale, a tutti quanti gli addetti ed a tutto il Consiglio Direttivo esprimo un sentito ringraziamento per l’impegno ed il lavoro svolto, ed a nome dell’Associazione che rappresento, porgo un augurio ed un nuovo sentito grazie a tutti Voi presenti.

IL PRESIDENTE
Gian Filippo Boselli