AVIS Offanengo
Associazione Volontari Italiani Sangue
 
 
Home
Conosciamo l'AVIS
  Perchè donare
  Dubbi frequenti
  AVIS sul territorio
  Sedi regionali
Norme Legislative
  Statuto
Avis Offanengo
  Sede
  Consiglio Direttivo
  Dati Statistici
  Relazione Annuale
Scrivici
Username:
Password:


 

Relazione Anno 2010

Cari Donatori, gentili Donatrici,

benvenuti a questo nuovo appuntamento con l'Assemblea Annuale dei Donatori di Sangue della Sezione A.V.I.S. di Offanengo.

Il mio ringraziamento particolare, al quale si aggiunge quello dell'intero Consiglio Direttivo, va a tutti voi che, essendo qui presenti così numerosi, dimostrate di comprendere l'importanza di questo appuntamento nel quale l'Associazione annualmente traccia il bilancio dell'attività svolta nell'anno passato e fissa gli obiettivi da raggiungere per quello appena iniziato.

Un ringraziamento ed un saluto a tutte le  Autorità presenti.

Un ringraziamento partocolare e doveroso da parte di noi tutti al nostro Direttore Sanitario Dr. Patrini Lorenzo. 

La riunione di quest’anno oltre ad essere il consueto appuntamento per tracciare il bilancio relativo di quanto avvenuto nel 2010, vuole evidenziare e mettere in primo piano che con la generosita’ ed il sacrificio di noi iscritti, il Consiglio Direttivo ha potuto deliberare per una sovvenzione di n. 1 aula dell’ Oratorio Don Bosco di Offanengo impegnandosi per incorporarsi nella catena della solidarietà.

Questo di oggi è un appuntamento importante perché viene presentato a tutti i soci il rendiconto morale ed economico sull'attività svolta, ma si pone anche come un momento privilegiato di dialogo e confronto aperto con i nostri donatori, che diventa fulcro e stimolo per il proseguimento della nostra azione.

Il 2010 è stato l'anno del 38° anniversario dalla fondazione della Sezione Comunale A.V.I.S. di Offanengo.

Una ricorrenza che riteniamo importante anche per tributare onore ai donatori di oggi e di ieri che, con il loro sacrificio ed il loro impegno, hanno saputo rendere grande questa nostra Associazione.

Sul solco tracciato negli anni precedenti, infatti, abbiamo continuato a perseguire l'obiettivo di avvicinare le persone per rendere l'AVIS non solo un'Associazione di promozione dell'alto valore della donazione, ma una vera e propria Associazione a servizio dei cittadini.

Tante sono state le attività organizzate dalla nostra sezione lo scorso anno, e sarebbe difficile ricordarle tutte quest'oggi.

Nel 2010 è stato aggiornato il sito internet dell'AVIS di Offanengo,
Con questo sito vogliamo innanzitutto fornire utili informazioni e consigli sul dono del sangue e sulla donazione; ma nel sito si trovano anche in anteprima le informazioni sulle attività programmate dall'Associazione.

 Con l’impegno del nostro Consigliere Bertoli Duilio si è ulteriormente rafforzata l'attività dell'AVIS nelle scuole, realizzate in collaborazione con i medici Dr. Ragnoli Avis Madignano e Dr. Massari Avis Izano.

Come potete ben capire, con questia  programmazione, l'AVIS non si tira indietro e, anche nel 2011 vuole rafforzare sempre di più la sua presenza tra i cittadini.

La relazione morale non si può concludere senza aver esposto i numeri che caratterizzano l'attività finanziaria della nostra Associazione, lasciando al tesoriere il compito di esporre i dati relativi al bilancio ed io  in questo frangente mi limiterò ad  illustrare i dati relativi alle donazioni ed ai donatori.

La nostra Associazione si compone di 227 donatori attivi, si sono aggiunti 24 nuovi donatori attivi e per motivi vari ne sono usciti n. 18 che ci hanno permesso di raccoglie 588 sacche di sangue ed emoderivati, con un sostanziale aumento rispetto ai risultati già notevoli negli anni passati.

Il  continuo ingresso di nuovi donatori testimonia la vitalità della nostra Associazione ed è uno stimolo per tutti noi per fare ancora di più e meglio.

Per poter migliorare e crescere abbiamo bisogno della collaborazione di tutti, perché il Consiglio è come una matita nelle mani dei donatori per il perseguimento delle finalità di promozione della solidarietà e del dono del sangue.

Ci aspettiamo, quindi, suggerimenti e proposte per continuare insieme questo importante cammino.

 La nostra coscienza non ci lascia indifferenti rispetto ai bisogni della collettività e ci sentiamo tutti motivati e desiderosi di fare del nostro meglio, questo sicuramente è quello che chiedono i nostri donatori i quali apprezzano e sono certi che il loro sacrificio ed impegno non cadrà mai nel vuoto.

Grazie allora a tutti voi, perché ogni vostra donazione può salvare una vita.

Noi, come AVIS, ci impegneremo oggi e sempre perché i donatori costanti e periodici siano sempre più numerosi.

Il Presidente

Gian Filippo Boselli